Il software COLORGEST, gestore del database formulativo per i nostri sistemi tintometrici COVEMIX, si aggiorna nei contenuti e nell'interfaccia grafica.
Nato nel lontano giugno del 1988, quando ancora i PC erano merce rara e le formule dei tintometri venivano distribuite su carta o microfiches, il nostro software oggi si trasforma in versione Windows-like mantenendo le consolidate e apprezzate caratteristiche di semplicità operativa e di vicinanza pratica alle esigenze del cliente.
Giunto alla versione 6.0x, presenta oggi oltre 102.000 formule nel sistema PRO-ACQUA, 45.000 formule nel PRO-SINT e 13.000 nel COVEMIX-CASA.
Se siete utenti registrati, scaricate ed installate dalla sezione DOWNLOAD il nuovo software, richiedendo il nuovo codice di attivazione in azienda.
Vi saremo grati se vorrete segnalarci le vostre osservazioni sul nuovo software sul nostro modulo di valutazione COLORGEST 2010
Con ben 78 iscritti e 44 progetti presentati si è conclusa la fase preliminare del concorso "ARCHITETTURA e COLORE" organizzato e prommoso dalla nostra azienda insieme all'ISTITUTO del COLORE e alla rivista "COLORE".
Il concorso era aperto a progetti di interni (abitazioni, show room, uffici, alberghi, piscine scuole, ospedali) e rivolto ad architetti e designer professionisti, oltre che a studenti iscritti a corsi afferenti le facoltà di Architettura o le scuole di design.
Con questo concorso, che si inserisce nell'ambito del più ampio progetto aziendale COLORETREND, la Covema vuole sottolineare l'importanza che l'uso del colore ha nella progettazione architettonica quale strumento atto a commentare lo spazio nelle sue articolazioni, sottolinearne o modificarne il significato, rinforzare le gerarchie degli ambienti, svelare le relazioni ambiente/oggetto e fra oggetti, modulare gli effetti dell'illuminazione.
Giovedì 13 Novembre le buste dei concorrenti verranno aperte di fronte alla Giuria e nei giorni successivi verranno pubblicati i nomi dei progetti vincitori.

Scarica il Bando di concorso
Lanciato sul mercato nel 1994, il sistema tintometrico COVEMIX PRO-ACQUA è stato rivisitato e rilanciato, nel corso del 2008, per dare ancora maggiori risposte ai propri clienti distributori e utilizzatori.
Con nuove paste studiate espressamente per la massima resistenza ai raggi ultravioletti e agli agenti atmosferici e con una nuova raccolta colori specifica per soddisfare le richieste di colori brillanti e tonali per esterno (collezione ARCHICOLOR), oggi COVEMIX PRO-ACQUA è certamente uno dei sistemi tintometrici più specializzati ed evoluti del mercato.
COVEMA Vernici ha partecipato, quale sponsor tecnico, al Piano del Colore del Comune di Druento (TO), cittadina dove ha sede l'azienda.
Tale progetto ben si inserisce nel disegno di rilancio dei Comuni della zona Nord di Torino che ha visto nel restauro della Reggia della Venaria Reale e dell'annesso parco della Mandria (che in parte cade nel territorio comunale di Druento) gli interventi più significativi in questa zona.
La volontà da parte dell'amministrazione di Druento di dotarsi di un regolamento edilizio che desse ordine ai colori delle facciate della zona più centrale e rappresentativa del comune, ha portato a coinvolgere sul progetto un gruppo di professionisti di provata esperienza.
La presentazione alla cittadinanza, martedì 28 Ottobre 2008, ha suscitato notevole interesse.

Ottimo responso per il convegno "I Colori per l'Architettura" che si è tenuto presso l'hotel Meridien Art+Tech, al Lingotto di Torino, martedì 1° Luglio 2008.
Organizzato dall'Istituto del Colore e da Covema Vernici nell'ambito delle manifestazioni collegate alla conferenza mondiale dell'UIA (Unione Internazionale degli Architetti), il convegno ha toccato il tema dell'utilizzo del colore in architettura, sempre più visto come elemento qualificante e sostantivante di un progetto architettonico e non solo più come aggettivo applicato ex-post.
Gli oltre 80 partecipanti hanno evidenziato molto interesse, dimostrando che il convegno deve aprire un canale di comunicazione fra tutti gli attori del mercato per sviluppare ulteriormente il tema proposto.