Potremmo considerare il soffitto la quinta parete di una stanza e allora chi ha detto che questa dovrà essere necessariamente bianca? In alcuni casi, e valutando bene la tipologia di spazio di cui si dispone, colorare il soffitto può rivelarsi un ottimo escamotage per dare carattere all’ambiente in maniera inedita. Peraltro, dare al soffitto un colore diverso dal bianco è una delle tendenze d’arredo più nuove e interessanti capace di far cambiare velocemente volto a un ambiente. Una tendenza particolarmente amata da progettisti e interior designer che rilancia ancora una volta il colore d’arredo come interessantissimo elemento decorativo e come vera e propria materia progettuale con cui rivoluzionare gli spazi domestici e non solo.

Sulla scelta del colore tutto parte dalle dimensioni

Colorare il soffitto può essere un ottimo modo per compensare i difetti di proporzione che spesso si possono trovare all’interno di un ambiente. Se ci si trova in uno spazio con i soffitti particolarmente alti, per dare armonia all’insieme e far sembrare meno importante l’altezza è preferibile, per il soffitto, puntare su un colore scuro. Questo “chiuderà” un po’ l’ambiente dando la sensazione di avvicinare pavimento e soffitto. Al contrario se ci si trova a dover dare maggiore respiro all’ambiente e quindi ad “allontanare” pavimento e soffitto mantenere le pareti chiare e creare una fascia (fra i 20 2 i 40 cm) che partendo dalle pareti colori poi il soffitto, anche con un colore scuro, creerà un contrasto che dissimulerà le altezze e disegnerà un perimetro definito dei confini dell’ambiente.

Cambiare la percezione di una stanza

Se si desidera dare vita a soluzioni scenografiche e ricche di personalità, puntare su 2 colori importanti e diversi per pareti e soffitto è una soluzione sicuramente ardita e sperimentale, ma che può regalare grandi soddisfazioni. Giocare con il soffitto colorato quando le pareti sono dipinte di bianco, o comunque di colori chiari e neutri, è sicuramente la scelta più comune e facile. Combinare tinte più forti e decise può avere sicuramente qualche margine di rischio, ma può anche aprire a combinazioni inedite e ad ambienti davvero nuovi e sorprendenti. In questo caso, il mix dovrà sempre essere studiato con grande attenzione, valutando (magari con l’aiuto di un esperto) il bilanciamento cromatico fra le due tonalità e il giusto abbinamento. Il consiglio è di ragionare sempre le diverse combinazioni considerando anche il colore del pavimento e creando gli opportuni bilanciamenti cromatici o eventualmente giocando con dei contrasti precedentemente studiati.

Effetto scatola

Infine, per ambienti particolarmente piccoli puntare sull’effetto scatola (ottenuto colorando pareti e soffitto con un unico colore) dal grande impatto visivo può dare vita a combinazioni nuove davvero inusuali. In queste soluzioni sceglierete un colore unico per pareti e soffitto darà continuità all’insieme, dissimulerà le dimensioni dello spazio e darà valore agli eventuali arredi presenti nello spazio. Quest’ultima è una combinazione da valutare per piccole camere, ma anche per ambienti di passaggio come disimpegni, corridoi, ingressi e/o in tutti quegli spazi altresì poco interessanti e spesso oggetto di situazioni d’arredo non bellissime. Giocare con i colori d’arredo (giusti) che sia per le pareti e/o per il soffitto apre il campo a sperimentazioni che possono essere davvero infinite e permette di dare vita a spazi sempre nuovi e interessanti, anche se si ci trova in situazioni progettuali non particolarmente belle o spaziose. Inoltre, ridipingere il soffitto è un lavoro “facile” per chi ha un po’ di dimestichezza con il fai da te, una pratica che può essere realizzata in autonomia, servirà soltanto il colore giusto, una scala abbastanza alta, o un trabattello, un rullo, la giusta pazienza e il coraggio di giocare con il colore.

Letto 62 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.