La ricchissima settimana del design milanese, da poco conclusasi, lascia una scia di trend legati al mondo dell’arredo che, sicuramente ci accompagneranno per i prossimi mesi, ma non solo. Fra gli innumerevoli eventi Fuori Salone (davvero tantissimi quest’anno) e l’immancabile appuntamento della fiera di Rho abbiamo selezionato 6 tendenze che, a nostro avviso, ben riassumono l’evoluzione di un mondo, quello dell’arredo casa, in grande fermento. Fra nuovi colori, interessanti ritorni, rivisitazioni di materiali tradizionali e situazioni domestiche sempre più interattive ecco cosa dobbiamo aspettarci per la casa del futuro (prossimo).

1. Bye Bye tinte pastello

Abbandonati, quasi del tutto, i toni iper soft il mondo dell’arredo si (ri)apre alle cromie decise e vitaminiche. Viola, arancione, verde menta, corallo e azzurro oltremare, i colori immancabili che ritroviamo pensati per vestire imbottiti, piccoli e grandi, e per caratterizzare elementi e complementi d’arredo di ogni tipo. Delle “archiviate” tinte pastello rimangono il verde salvia e il rosa cipria, considerati ormai 2 must cromatici dalle sfumature ultra chic.

2. Ispirazione “Giappo”

Torna prepotentemente alla ribalta, se mai se ne fosse andato, il design giapponese che ritroviamo sia in arredi dalle linee essenziali, disegnati dai tanti designer nipponici sempre più lanciati in nuovi progetti con marchi iconici del Made in Italy, sia in un nuovo spirito essenziale. Una sorta di “semplicità di qualità” fatta di tatami, paraventi e lampade essenziali (che fa da contraltare alle case iper decorate) in cui a farla da padrone sono le forme semplici e i materiali, in modo particolare il legno e la carta.

3.Legno contemporaneo

Re assoluto di tutte o quasi le ultime collezioni, il legno, nelle sue mille essenze e sfaccettature, è stato davvero il materiale più utilizzato. Trattato, alleggerito, curvato e riconvertito è l’anima di moltissime collezioni di arredi, ma anche l’ingrediente base di nuove superfici pensate non soltanto per tradizionali pavimenti, ma anche per interessanti rivestimenti.

4. Marmo “mai più senza”

Alla ritrovata passione per il legno fa eco il marmo, già avvistato nel 2017, quest’anno è sicuramente fra i grandi protagonisti della casa. Alleggerito nelle superfici, e reso sempre più performante grazie alle nuove lavorazioni, regala superfici ad alto tasso di qualità e versatilità ed è perfetto, soprattutto, per tavoli e tavolini a cui restituisce un’aria velatamente rètro e un’ eleganza senza tempo che ben si compone a ogni genere di stile.

5.Intrecci e fibre naturali ripensati (anche) per ambienti indoor

In un sistema casa in cui è sempre più labile il limite fra spazi indoor e spazi outdoor, anche gli arredi sono pensati per essere facilmente adattabili alle esigenze di stagione. Che si tratti di materiali naturali come il rattan o il bambù o delle nuove e coloratissime componenti sintetiche, realizzate in tessuto o in pvc, e opportunamente creati per resistere agli agenti atmosferici, la tendenza 2018 punta sugli intrecci, dal grande effetto scenografico e perfetti per dare agli arredi corposità e volume.

6.Soluzioni interattive

Arredi che permettono di assolvere a più funzioni (come per esempio conservare oggetti e ascoltare la musica o cucinare e lavorare insieme), ma anche superfici con cui interfacciarsi e “dialogare”, il leitmotiv di questa ultima edizione del Salone del Mobile è “stare connessi, per stare bene”. In quest’ottica sono tantissimi i progetti concepiti per creare nuove interazioni finalizzate a facilitare la routine quotidiana e a vivere meglio gli ambienti della casa.

Letto 2360 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.