Da sempre abitato dal bianco, l’universo bagno, negli ultimi, ha subito un’inversione di rotta aprendosi con libertà al colore. Sfumature più o meno decise, utilizzate non soltanto per pareti, pavimenti e rivestimenti, ma sempre più spesso impiegate anche per sanitari, lavabi e complementi d’arredo. Una sferzata di energia frutto anche della grande cura che, negli ultimi anni, si rivolge a questo ambiente della casa, uno spazio molto amato e non considerato più soltanto un ambiente di servizio.

Da cosa partire 

Quando parliamo di colore in casa, tutto dovrebbe sempre partire dal tipo di spazio a disposizione, dalla luce presente all’interno dello spazio, elemento fondamentale, e dal tipo di stile che si desidera dare all’insieme. Che si tratti di pennellate decise in grado di spezzare la monotonia del bianco o di tenui sfumature pastello, perfette per creare combinazioni più morbide, dovrebbe sempre essere la conformazione dell’ambiente (stretto, largo, con i soffitti più o meno ampi, provvisto di finestre o no) a orientare e a indirizzare nella scelta.

Che colori utilizzare e come impiegarli

Fra i diversi colori possibili, le tonalità che più si addicono a questo spazio sono sicuramente: i neutri (tutti) dal bianco burro al beige, da organizzare con contemporaneo equilibrio calibrando luce naturale e luce artificiale e cercando di creare dei giochi prospettici con nicchie e chiaro scuri a parete, i grigi e gli azzurri indiscussi trend d’arredo degli ultimi anni, da impiegare per pavimenti e rivestimenti, sia con fantasie sia con colori pieni (preferibilmente su superfici opache e/o cerate) e, perchè no, anche da mischiare fra di loro. I verdi nelle sfumature meno vitaminiche (verde salvia, verde giada, fino ad arrivare al verde bosco…), base cromatica di stili amatissimi come il bohemian e il jungle, sono perfetti anche per piccoli bagni stretti e lunghi, da sviluppare a parete in boiserie e alternanze di colore che dilatino le dimensioni dello spazio e, per finire, tutte le gradazioni di colore che dal rosa pastello si spingono verso il color terracotta. Tonalità, queste ultime, morbide e insieme decise, più neutre di quanto si possa pensare, sono ideali per raccordare materiali diversi, per dare carattere ad ambienti spenti e per impreziosire, con giochi di colore, pareti di bagni anche veramente mini.

 

Letto 1581 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.