Sfumatura morbida e contemporanea il rosa nude è un nuovo neutro che rimette piacevolmente in gioco uno dei colori più controversi e ricercati degli ultimi anni: il rosa. Nuance d’arredo luminosa ed essenziale appartiene a quella schiera di colori che non conosce vie di mezzo (o la si ama o la si odia) e ai nostri giorni è una delle tinte più gettonate e utilizzate, soprattutto dalle nuove generazioni che mettono su casa. E se in principio è stato il Rose Quartz, Color of the Year 2016 (insieme all’azzurro Serenity), seguito nel 2017 dall’amatissimo Millennial Pink, una sfumatura di rosa vibrante, compatta e decisa molto richiesta dalla moda, ma anche dai brand d’arredo scandinavi, oggi, nel 2021, la sfumatura di rosa più gettonata veste toni più morbidi e tenui per diventare una moderna e versatile tonalità neutra, “una boccata d’aria fresca” destinata a durare a lungo e perfetta per completare diversi ambienti della casa.

Il rosa più versatile

Elegante e pacato il rosa nude è una tonalità d’arredo desaturata e dall’appeal estremamente chic, una sfumatura calda e al contempo dinamica, caratterizzante e semplicemente elegante che con la sua raffinatezza apre al design e in casa, può dare vita a interni leggeri, freschi e per nulla banali. Concepito in passato solo per le camere da letto (in particolar modo per quelle delle bambine) il rosa, nelle sue più attuali declinazioni, e nell’attuale sfumatura nude, è un colore versatile a 360° perchè impalpabile, aperto e facilmente adattabile e combinabile a tantissime combinazioni. Una gradazione di rosa che ben si integra sia con le soluzioni d’arredo tradizionali, sia con i trend e gli stili più gettonati e attuali.

Come abbinarlo e in che spazio inserirlo

Perfetto da solo, se impiegato come colore per le pareti per rinnovare e sostituire i soliti toni neutri come un “vecchio” beige o un consunto bianco burro, il rosa nude è ideale anche se utilizzato come base per nuovi abbinamenti cromatici. Abbinato e alternato ai colori della terra (sabbia, marrone, terracotta…), ai grigi polverosi o ai verdi di vario genere – da quelli più scuri e brillanti, fra questi il verde abete, il verde bosco…, a quelli più chiari e luminosi come il verde salvia – apre a sperimentazioni sofisticate capaci di restituire grande qualità e un’inedita qualità agli ambienti. Da sviluppare tanto con gli stili più tradizionali quanto con quelli più attuali, il rosa nude si abbina perfettamente con arredi, mobili e finiture in legno, ma sorprende anche se abbinato ad arredi e materiali più freddi, come per esempio il gettonatissimo marmo o i metalli dorati e l’ottone. Rilassante per l’occhio questa sfumatura di rosa è luminosa e altamente adattabile, quindi perfetta in tutte le stanze della casa, ma trova la sua più interessante e moderna applicazione negli ambienti living e nelle zone giorno. In questi ambienti della casa, qualunque sia la dimensione dello spazio, questa raffinata gradazione di rosa, decisa ma senza invadenze, contribuirà a creare ambienti contemporanei e confortevoli in cui sentirsi piacevolmente accolti.

Letto 22 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.