Dall’aspetto ultra essenziale o dalle caratteristiche decisamente artistiche la resina, utilizzata come superficie a pavimento, è sempre meno una novità e sempre più una valida alternativa ai tradizionali pavimenti in: gres, monocottura, ceramica, cemento o legno. Ottima per realizzare superfici omogenee, anche di dimensioni importanti, si articola con successo fra stili e ambienti di ogni tipo: dai soggiorni alle camere da letto, dai bagni alle cucine e trova sempre più spesso spazio anche all’esterno in patii, terrazze e verande. Matericamente (e visivamente) molto accattivanti, le superfici in resina sono la scelta ideale se si desidera creare pavimenti continui (è completamente priva di giunti e fughe), ma non essendo una componente prefinita richiede grande cura nella posa e professionisti qualificati ed esperti che la sappiano stendere nel modo corretto.

La ricchissima settimana del design milanese, da poco conclusasi, lascia una scia di trend legati al mondo dell’arredo che, sicuramente ci accompagneranno per i prossimi mesi, ma non solo. Fra gli innumerevoli eventi Fuori Salone (davvero tantissimi quest’anno) e l’immancabile appuntamento della fiera di Rho abbiamo selezionato 6 tendenze che, a nostro avviso, ben riassumono l’evoluzione di un mondo, quello dell’arredo casa, in grande fermento. Fra nuovi colori, interessanti ritorni, rivisitazioni di materiali tradizionali e situazioni domestiche sempre più interattive ecco cosa dobbiamo aspettarci per la casa del futuro (prossimo).

Coerentemente alla volontà di allargare sempre più il dialogo col mondo del progetto e del design il gruppo Covema si presenta in maniera massiccia all’appuntamento di quest’anno col design.
Per l’edizione della settimana del design 2018, infatti, tutti i marchi dell’orbita Covema diranno la loro e ovunque ci si trovi, a Milano, il “curioso” della design week potrà imbattersi in un progetto dell’azienda.

Se i trend casa per la primavera 2018 segnano un ritorno verso le tinte decise, mettendo un po’ da parte (almeno per il momento) le inflazionate tinte pastello, le sfumature neutre e morbide rimangono comunque un must che non conosce crisi. Bianco burro, beige, avorio, grigio chiaro, cipria sono tonalità dense e terrose, dall’appeal estremamente naturale, colori poco saturi che ben sposano stili e materiali diversi, da quelli più innovativi, come il cemento e le resine, ai più tradizionali come il legno e le pietre tutte. Una gamma cromatica importante che trasversalmente si inserisce bene in buona parte degli ambienti della casa aprendo a composizioni misurate ed estremamente raffinate, soprattutto, in quelli che sono gli spazi preposti al riposo, come la camera da letto. Perfetti se composti fra loro – avendo cura di calibrare bene tonalità chiare, materiali e arredi, così da evitare l’effetto “monotonia” –  ben si combinano ai colori forti e decisi, con cui regalano soluzioni d’arredo eleganti e scenografiche, decisamente senza tempo, se ben studiate.